“Non c'è amore più sincero di quello per il cibo”

"Non c'è amore più sincero di quello  per il cibo"

La citazione che amo di più in assoluto. Quanta verità in così poche parole!

Fin da ragazzino, dopo la scuola mi recavo nel ristorante dei miei genitori nel pieno dell’attività. Qui, mi ricordo, mia madre mi chiamava immediatamente in cucina dicendomi che avrei dovuto dare una mano, e che solo dopo il servizio avremmo mangiato tutti insieme. Quanta trepidazione nel vedere tutto quell’intoccabile ben di Dio e dover aspettare che l’ultimo cliente fosse stato servito! Ammetto che ogni tanto qualche assaggio durante la preparazione dei piatti non mancava, magari qualche abbondanza che rimaneva in padella. Anche voi al mio posto ne avreste approfittato!

Ero addetto ai fritti: è da qui che è iniziato il mio percorso in cucina, fra innumerevoli scottature e maglie che odoravano costantemente di fritto quando terminavo il mio turno.

Sempre presente, inoltre, lo zampino di mia nonna paterna (altro che tre stelle Michelin!): lei è veramente un’artista in cucina, con i suoi piatti pugliesi “poco conditi” che a fine pasto, sul fondo del piatto, c’era tanto di quell’olio che si poteva riempire una bottiglia. Ma che sapore e che profumi, ragazzi! Ancora oggi, quando cucina, non si smentisce ed è sempre una garanzia. Posso affermare con orgoglio che le mie radici culinarie nascono da due donne: mia madre e mia nonna, che mi hanno cresciuto a suon di padelle e “PADELLATE”.

Con il passare del tempo le cose possono sempre cambiare, e infatti io ho poi deciso di imboccare l’affascinane strada del barbecue, un mondo con uno stile di cucina tutto suo, informale e orientato alla creazione di un’atmosfera calda, densa di spirito di aggregazione fra le persone coinvolte.

La cucina al barbecue mi dona un senso di libertà, quella che la maggior parte delle persone sogna e anela ogni giorno. Spesso mi sento chiedere: “Come mai non apri un tuo ristorante?”. La risposta più sincera che sono solito dare è che amo girare il Paese e conoscere nuova gente, amo il contatto con il pubblico e non è nella mia indole rimanere in un posto fisso tra le mura di una cucina. Non mi sentirei a mio agio. Per adesso, sono felice così; in futuro si vedrà quel che gli eventi mi porteranno a prendere in considerazione.

CHEF MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE

Il mio stile in cucina,

dall'antipasto al dolce.

I piatti sono la concreta  rappresentazione del nostro pensiero.

In cucina non possono mai mancare fantasia e creatività.

Più volte mi accade di svegliarmi, aprire gli occhi e fissare il soffitto; in quello stesso momento penso a un piatto, una ricetta che inizio a creare non appena raggiungo la cucina.

MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE

Scrivono di me

MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE
MICHELE VALECCE
  • Facebook - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Instagram - Black Circle