Ostriche in tempura

Questa ricetta mi è stata chiesta espressamente da alcuni di voi che avevano visto le foto di questa mia preparazione. Sono fritte, si possono preparare anche con il barbecue se volete evitare di friggere in casa. Non tutti amano le ostriche crude, allora perché non provarle cotte. Lo so per gli amanti come me del pesce crudo il solo pensiero di cucinare le ostriche fa venire la pelle d'oca ma credetemi sono buone. Poi se mentre le preparate qualcuna la mangiate cruda come faccio io, avete fatto felice la pancia. Le ostriche in tempura sono una vera delizia, una tira l'altra credetemi farete un figurone con i vostri commensali. La tecnica di preparazione è alla portata di tutti, nulla di cosi complicato, se poi siete esperti nell'aprire le ostriche il procedimento risulterà ancora più facile. Accompagnate da una tempura di verdure avrete realizzato una portata a tutti gli effetti. Ecco come dovete procedere, partiamo dagli ingredienti:

Per prima cosa dovete comprare delle ostriche grandi, devono contenere tanta polpa altrimenti dopo la frittura vi ritroverete con una nocciolina da mangiare, oltretutto quelle grandi costano meno, non voglio darvi tutta la spiegazione sulle misure dei vari tipi che si trovano in commercio non è il caso per questa ricetta. Procedete immergendo le ostriche per 15 minuti in una soluzione di acqua fredda e sale, 30 grammi per ogni litro di acqua. Procuratevi gli attrezzi del mestiere per aprire le ostriche con facilita senza farvi male mi raccomando, esistono varie tecniche per aprirle in base al tipo di ostrica ci sono soluzioni differenti per l'apertura, quella che vedete in foto è solo un esempio.

Una volta aperte le ostriche conservate l'acqua al suo interno in un recipiente, vi servirà per preparare la tempura, filtratela per togliere eventuali residui. Questo procedimento vi darà la giusta sapidità è un sapore particolare alla tempura, non è necessario l'aggiunta di sale. Aggiungete l'acqua minerale ghiacciata e iniziate ad incorporare la farina di riso, dovete mescolarla grossolanamente non e necessario avere un composto liscio, ma deve risultare denso e grossolano, fate riposare per 30 minuti la tempura in frigorifero. Posizionate le ostriche su del ghiaccio oppure in frigorifero, una volta immerse nella tempura, quando le friggerete lo shock termico con l'olio di semi le cauterizzerà facendo gonfiare la tempura rendendole croccanti. L'olio deve avere una temperatura di 180° aiutatevi con un termometro. Fate attenzione quando le friggerete perché lo shock termico le farà schizzare. Appena dorate toglietele dall'olio, asciugatele con della carta assorbente. Mi raccomando non lasciate troppo nell'olio altrimenti rischiate di farle diventare gommose.

Nella stessa tempura immergete delle verdure a piacimento: peperoni, zucchine, melanzane ecc. e friggetele. Sarà un ottimo contorno come accompagnamento al piatto. Se volete potete condire il tutto con una glassa di aceto balsamico, della salsa fresca allo yogurt per smorzare il sapore intenso delle ostriche. Utilizzate il guscio come contenitore da portata. Un piatto facile e veloce da realizzare ma dal risultato strepitoso!

Con questo piatto abbinerei sicuramente delle bollicine, un metodo classico 48 mesi sui lieviti. La cantina selezionata e quella delle Vigne Olcru.

  • Facebook - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Instagram - Black Circle